Filippo Gorini, pianoforte

I Solisti Aquilani

Programma:
Ludwig van Beethoven – Concerto n. 3 in do minore op. 37 per pianoforte e orchestra; Nino Rota – Concerto per archi;

Benjamin Britten – Simple Symphony op. 4

Stagione concerti Associazione Alessandro Scarlatti 2023|2024

Vincitore del “Premio Abbiati”, prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana, quale “miglior solista” dell’anno 2022, Filippo Gorini si afferma, a soli 28 anni, come uno dei più interessanti talenti della sua generazione. Dopo la vittoria nel 2015 al Concorso “Telekom-Beethoven” di Bonn (primo premio, con voto unanime della giuria, e due premi del pubblico), nel 2020 ha ricevuto il “Borletti Buitoni Trust Award”, con il sostegno del quale è in corso di realizzazione un progetto di approfondimento multidisciplinare sull’Arte della Fuga di Bach. Il giovane pianista propone il Concerto n. 3 in do minore di Beethoven nella versione per pianoforte e archi di Vinzenz Lachner con i Solisti Aquilani, compagine di rilievo internazionale, hanno un repertorio va dalla musica pre-barocca alla musica contemporanea. Si sono esibiti in tutta Europa con i più grandi solisti e direttori tra i quali, Paul Badura Skoda, Renato Bruson, Michele Campanella, Cecilia Gasdia, Severino Gazzelloni, Massimo Quarta, Jean Pierre Rampal, Uto Ughi, Federico Maria Sardelli, Ottavio Dantone, Danilo Rea, Fabrizio Bosso, Bruno Canino, Salvatore Accardo, Giovanni Sollima, Mischa Maisky, Vladimir Ashkenazy, Manuel Barrueco e tanti altri. Completano il programma due splendidi classici del XX secolo: il Concerto per archi di Nino Rota e la Simple Symphony op. 4 di Benjamin Britten.

Per ulteriori informazioni o per procedere all’acquisto dei biglietti, si prega di contattare i nostri canali ufficiali.
Il nostro staff è a vostra completa disposizione per fornirvi tutte le informazioni necessarie e assicurarvi un’esperienza di acquisto piacevole e sicura

Dettagli dell'evento

  • Giovedì 4 Aprile 2024 - 20:30Teatro Acacia