Antonio e Cleopatra

di William Shakespeare

con Anna Della Rosa, Valter Malosticast in via di definizione

Teatro Bellini, Napoli

  • sabato 2 marzo, ore 19:00
  • domenica 3 marzo, ore 18
  • martedì 5 marzo, ore 20:45
  • mercoledì 6 marzo, ore 17:30
  • giovedì 7 marzo, ore 20:45
  • venerdì 8 marzo, ore 20:45
  • sabato 9 marzo, ore 20:45
  • domenica 10 marzo, ore 18:00

uno spettacolo di Valter Malosti, che scrive…

Di Antonio e Cleopatra la mia generazione ha impresso nella memoria soprattutto l’immagine, ai confini con il kitsch, e vista attraverso la lente d’ingrandimento del grande cinema di Hollywood, della coppia Richard Burton/Liz Taylor. Ma su quest’opera disincantata e misteriosa, che mescola tragico, comico, sacro e grottesco, su questo meraviglioso poema filosofico e mistico (e alchemico) che santifica l’eros, che gioca con l’alto e il basso, scritto in versi che sono tra i più alti ed evocativi di tutta l’opera shakespeariana, aleggia, per più di uno studioso, a dimostrarne la profonda complessità, l’ombra del nostro grande filosofo Giordano Bruno: un teatro della mente.
Per Antonio conoscere Cleopatra – un “Serpente del vecchio Nilo” che siede in trono rivestita del manto di Iside – è ciò che dà un senso al viaggio della vita. Quanto a Cleopatra, scrive Nadia Fusini, “è la sacerdotessa di un’azione drammatica da cui sgorga ancora e di nuovo l’antica domanda, che già ossessionava Zeus e Era: in amore chi gode di più? l’uomo o la donna? […] e chi ama di più, gode forse di meno? E tra gli amanti, chi riceve di più? […] Sono domande che nella logica dell’economia erotica con cui Shakespeare gioca esplodono con fragore dissolvendo pretese macchinazioni puritane volte a legiferare in senso repressivo sulla materia incandescente dell’eros.”
Antonio e Cleopatra è un prisma ottico, come ci suggerisce Gilberto Sacerdoti: “Visto di fronte è la storia di amore e di politica narrata da Plutarco. Visto di sbieco ci spinge a decifrare “l’infinito libro di segreti della natura”. Per trovare un corrispettivo dell’infinito amore di Antonio bisogna dunque per forza scoprire un nuovo cielo e una nuova

Per ulteriori informazioni o per procedere all’acquisto dei biglietti, si prega di contattare i nostri canali ufficiali.
Il nostro staff è a vostra completa disposizione per fornirvi tutte le informazioni necessarie e assicurarvi un’esperienza di acquisto piacevole e sicura.

Dettagli dell'evento

  • Sabato 2 Marzo 2024 - 19:00Teatro Bellini
  • Domenica 3 Marzo 2024 - 18:00Teatro Bellini
  • Martedì 5 Marzo 2024 - 20:45Teatro Bellini
  • Mercoledì 6 Marzo 2024 - 17:30Teatro Bellini
  • Giovedì 7 Marzo 2024 - 20:45Teatro Bellini
  • Venerdì 8 Marzo 2024 - 20:45Teatro Bellini
  • Sabato 9 Marzo 2024 - 20:45Teatro Bellini
  • Domenica 10 Marzo 2024 - 18:00Teatro Bellini