Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalita'.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

concerteria blog
Newsletter
Ticket-alert
Agenda teatrale
Buono regalo
Calendario eventi
 

dal


al

Download
Info e punto vendita
Quartetto Savinio · Sandro Cappelletto

associazionescarlatti.it

Quartetto Savinio · Sandro Cappelletto
Musica sotto le Stelle

Canto di ringraziamento

Un racconto di Sandro Cappelletto per il Quartetto Op.132 di Ludwig van Beethoven in memoria di Piero Farulli nel centenario della nascita


Quartetto Savinio
Sandro Cappelletto

QUARTETTO SAVINIO
Alberto Maria Ruta, Rossella Bertucci, violini
Edoardo Rosadini , viola
Lorenzo Ceriani, violoncello

Nel 2020 il Quartetto Savinio festeggia i 20 Anni di Carriera Concertistica; fondato nel febbraio del 2000 il Quartetto Savinio, sin dal debutto si impone all’attenzione di critica e pubblico per le sue eccellenti capacità tecniche-quartettistiche ed interpretative, e, grazie ad affermazioni in prestigiosi Concorsi ( 1° premio "Concorso Internazionale di Musica da Camera di Caltanissetta, 3°Premio D. Shostakovich International Competition Moscow, Premio V. Rimbotti 2003 all’unanimità), è ospite per le più prestigiose istituzioni concertistiche italiane. Il Quartetto, formatosi alla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida dei Maestri Piero Farulli e Andrea Nannoni, grazie all' "Accademia Europea del Quartetto", ha avuto modo di avvalersi dei consigli di alcuni miti del Quartetto d'archi fra cui : M° Norbert Brainin, Milan Skampa, Hatto Beyerle, Valentin Berlinsky..
Inoltre ha ideato ed interpretato con Sandro Cappelletto due concerti racconto: “La notte delle Dissonanze” e “Shostakovich, amico del popolo?” riscuotendo un enorme consenso di critica e pubblico.
Il Quartetto è molto attivo anche nell’ambito della Musica Contemporanea collaborando con compositori quali: Fabio Vacchi (con incisione per la rivista Amadeus di “Movimento di Quartetto),Azio Corghi, Matteo D’Amico, ,ed è stato invitato dall’Associazione Amici della Musica di Firenze per l’esecuzione in prima assoluta italiana di “Fetzen” di Wolfgang Rhim per quartetto e fisarmonica. Nel 2013-2014. ha iniziato l’esecuzione Integrale dei Quartetti di Beethoven per diversi enti concertistici italiani; in occasione dei 50 anni dalla nascita dei Beatles, ha portato in tournee con lo spettacolo ideato assieme a G. Bandini e Stefano Valanzuolo “The Fool on the Hill”, per voce recitante, quartetto e chitarra.
Ricca di successi è la produzione discografica : l’ Integrale dei Quartetti di Cherubini uscita nel 2008 con l’etichetta Stradivarius,è stata premiata dalla Stampa Italiana come CD dell’Anno 2008, Premio del Disco Classic Voice e Musica e Dischi, e recensito 5 Stelle dalle riviste Musica, Suonare News , Amadeus; anche il nuovo cd DECCA con i Quintetti per pianoforte di Dvorak e Shostakovich con Matteo Fossi ha ricevuto 5 Stelle da Classic Voice e Amadeus. Nel 2015 -2016, in occasione del 15° anniversario della attività concertistica il quartetto ha realizzato due nuovi prestigiosi progetti discografici: Il Quartetto op.47e Quintetto op.44 di Schumann con Costantino Catena per Camerata Tokio e l’integrale di Quartetti e trii con pianoforte di Schumann per Brilliant Classics; entrambi hanno ricevuto 5 Stelle Amadeus. Da segnalare nel 2020 l’uscita del Quintetto di Carl Maria v Weber per Brilliant
Nel Dicembre 2011 il quartetto ha ricevuto a L’Aquila il Premio Carloni 2011 quale “ Miglior Giovane Interprete italiano 2011”. Dal 2013 tiene MasterClass di Musica da Camera presso la Accademia AEMAS .
Dal Dicembre 2017 la nuova Viola del quartetto è Edoardo Rosadini, violista e direttore d’orchestra.


SANDRO CAPPELLETTO
Scrittore e storico della musica, Sandro Cappelletto è nato a Venezia nella seconda metà del Novecento. Laureato in Filosofia, ha studiato armonia e composizione con il maestro Robert Mann. Tra le sue principali pubblicazioni, la prima biografia critica di Carlo Broschi Farinelli (La voce perduta, EDT, 1995), un’analisi della Turandot di Puccini (Gremese Editore, 1988), una biografia di Beethoven (Newton Compton, 1986), un saggio su Gaetano Guadagni (Nuova Rivista Musicale Italiana, 1993), un’inchiesta politica sugli enti lirici italiani (Farò grande questo teatro!, EDT 1996). Esce nel 2006 Mozart – La notte delle Dissonanze (EDT), libro dedicato al misterioso adagio introduttivo del Quartetto per archi K 465. Per la Storia del teatro moderno e contemporaneo (Einaudi, 2001) ha scritto il saggio Inventare la scena: regia e teatro d’opera. Nel 2002, con Pietro Bria, dà alle stampe Wagner o la musica degli affetti (Franco Angeli), raccolta di riflessioni e interviste di Giuseppe Sinopoli, di cui nel 2006 cura Il mio Wagner – il racconto della Tetralogia (Marsilio). Nel 2008 l’Accademia Perosi di Biella pubblica L’angelo del Tempo, volume dedicato al Quartetto per la fine del Tempo di Olivier Messiaen.
È autore di programmi radiofonici e televisivi (crea la trasmissione di Rai-Radio Tre Momus, realizza per Rai 3 un film televisivo su Maurizio Pollini, scrive e conduce per Rai 5 il programma Inventare il tempo). Nel 2010, nata per Daniela Mazzucato e Marco Scolastra, va in scena La Padrona di casa, pièce dedicata alla relazione tra George Sand e Fryderyk Chopin.
I suoi libretti per il teatro musicale sono nati dalla collaborazione con significativi compositori italiani, tra i quali Claudio Ambrosini, Daniele Carnini, Luca Lombardi, Azio Corghi. Intensa la collaborazione con Matteo D’Amico. Esce nel 2014 Da straniero inizio il cammino – Schubert, l’ultimo anno (Accademia Perosi), volume dedicato all’estremo periodo creativo di Schubert.
Nel 2016 il Saggiatore pubblica I quartetti per archi di Mozart. Le voci del violoncello (ETS) esce nel 2017. Cura ed è direttore scientifico del volume Musica per la collana Il contributo dell’Italia alla storia del pensiero (Treccani, 2018)
Su invito di Giuseppe Sinopoli ha diretto il settore drammaturgia e didattica del Teatro dell’Opera di Roma. Accademico dell’Accademia Filarmonica Romana, ne è stato direttore artistico dal 2009 al 2013. Giornalista professionista, scrive per il quotidiano La Stampa. Dirige Studi verdiani. E’ Accademico di Santa Cecilia.


Avvertenze COVID19: Come previsto dall'Ordinanza della Regione Campania n.55 del 5/6/20 Allegato sub D che disciplina il Protocollo di Sicurezza anti-diffusione SARS-COV-2 per Cinema all'aperto, Drive-in, Spettacoli, all'ingresso di ogni luogo di spettacolo potrà essere rilevata la temperatura corporea di ogni individuo e se la temperatura risultasse superiore a 37,5°C gli verrà impedito l'accesso alla manifestazione; in questo caso l’organizzatore potrebbe non garantire alcun tipo di rimborso.

Facebook   Twitter

Napoli 17 luglio 2020 ore 21:00 Villa Pignatelli · Giardino
Acquista biglietti
guarda planimetria | info location
quantità