Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalita'.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.

concerteria blog
Newsletter
Ticket-alert
Agenda teatrale
Buono regalo
Calendario eventi
 

dal


al

Download
Info e punto vendita
Quincy Jones 85th Birthday Celebration

umbriajazz.com

Quincy Jones 85th Birthday Celebration
Umbria Jazz 2018 · Grand opening

con dee dee bridgewater, patti austin, take 6, ivan lins
alfredo rodriguez, pedrito martinez e paolo fresu
umbria jazz orchestra diretta da john clayton e quincy jones featuring harvey mason & nathan east
regia nanni zedda
presenta nick the nightfly

Ottantacinque anni compie Quincy Jones nel 2018, dei quali più di settanta trionfalmente passati nello show business. Aveva 14 anni quando a Seattle comincio' a girare con un ragazzo della Florida di due anni più grande, che suonava il piano e purtroppo aveva gravi problemi di vista, Ray Charles. Da allora il genio di Chicago non si è più fermato. Trombettista jazz, polistrumentista, compositore, arrangiatore, produttore, direttore musicale, autore di colonne sonore per cinema, teatro e televisione, titolare o responsabile di case discografiche, attore. Forse basta dire che proprio lui ha prodotto il disco più venduto della storia, Thriller di Michael Jackson. E che Fly Me to The Moon, da lui arrangiata per Frank Sinatra con la big band di Count Basie, fu la prima canzone suonata sulla Luna da Buzz Aldrin nella missione della Nasa, nel 1969.

Una carriera incredibile che ha fatto di "Q" una icona dello spettacolo, non solo della musica, ed uno degli intellettuali afroamericani più rispettati e influenti di sempre. E non si può dire che sia stato un genio incompreso se si pensa che tra i riconoscimenti che gli sono piovuti addosso, non solo in America (la Francia lo ha insignito della Legion d' Honneur) ci sono 79 nomination e 28 vittorie ai Grammy, incluso il piu prestigioso di tutti, il Grammy Legend Award, assegnato soltanto a quindici artisti. Le lauree ad honorem e i master delle più prestigiose università, da Harvard a Princeton a Seattle, non si contano. Una fama ed una credibilità che Quincy Jones ha speso anche in una intensa e appassionata attività per i diritti civili e le cause umanitarie, dal sostegno a Martin Luther King e Nelson Mandela fino alla famosa campagna "We are the world", inno di una umanità senza barriere e discriminazioni di qualunque tipo.

Elencare gli artisti per i quali e con i quali nel corso della carriera Jones ha lavorato, nelle sue varie mansioni, è praticamente impossibile. Tra questi: Count Basie, Duke Ellington, Ray Charles, Sarah Vaughan, Dizzy Gillespie, Miles Davis, Dean Martin, Frank Sinatra, Clifford Brown & Helen Merrill, Dinah Washington, Lionel Hampton, Diana Ross, Ella Fitzgerald, Barbra Streisand, Tony Bennett. Se ha cominciato come jazzman, Quincy Jones ha via via ampliato i suoi orizzonti musicali senza pregiudizi, esplorando dal suo punto di vista pop, hip hop, soul, musica africana e brasiliana, musica classica e creando "ibridi" che sfuggono a qualsiasi paletto o limitazioni di genere.

Un capitolo a parte meritano le sue musiche, come compositore, produttore o arrangiatore, per cinema (una trentina, tra cui L'uomo del banco dei pegni, La calda notte dell'Ispettore Tibbs, Getaway, L’oro di McKenna, A sangue freddo), per serie televisive come Ironside, per show come quello di Bill Cosby e per diversi lavori teatrali e musical.

Per celebrare gli 85 anni di questa icona della musica Umbria Jazz ha organizzato uno spettacolo che è anche una festa di compleanno. Sul palco dell'arena Santa Giuliana si alterneranno, presentati dallo stesso Jones, grandi artisti che in passato hanno lavorato con lui: la star della canzone americana Patti Austin, i virtuosi della vocalità jazz Take 6, Dee Dee Bridgewater, un grande della musica brasiliana, Ivan Lins, e, da Cuba, Alfredo Rodriguez e Pedrito Martinez.

In più, ci sarà come ospite speciale Paolo Fresu.

Dietro a loro, con gli arrangiamenti originali di Quincy Jones, la Umbria Jazz Orchestra diretta da John Clayton con Nathan East & Harvey Mason.

Nick the Nightfly è conosciuto per il programma radiofonico di nuove musiche e tendenze che ha introdotto in Italia piu di venti qinque anni fa e che conduce tutt’ora, “Monte Carlo Nights”, su RadioMonte Carlo. Ma è anche un affermato cantante, suona la chitarra e compone brani di grande valore artistico, come quello scritto per Andrea Bocelli, “Semplicemente”, con il testo di Maurizio Costanzo. Alla radio ha ospitato e intervistato molti personaggi di grande prestigio come: Sting, Pat Metheny, Peter Gabriel, Andreas Vollenweider, Ryuichi Sakamoto, Brian Eno, Gino Vanelli, David Sylvian, Herbie Hancock, Miriam Makeba, Caetano Veloso, Enya,Donald Fagen, Wayne Shorter, Pino Daniele, F.Battiato, Micheal McDonald, Ivano Fossati, Mark Knopfler, Annie Lennox e tanti altri.

Dal 1987 Nick The Nightfly è specializzato in musica di qualità, il suo programma ha portato in Italia la musica new age, la fusion, la world music, la musica brasiliana, il jazz, lacid jazz e negli ultimi anni anche i suoni del nujazz, il lounge e la chill out, le musiche di frontiera, con un occhio sempre attento ai protagonisti di ieri e di oggi. Nick suona e canta spesso in diretta con i suoi ospiti, come nel caso grande Pat Metheny, regalando agli ascoltatori di “Monte Carlo Nights” le emozioni della musica dal vivo. Si è esibito insieme a Micheal Bublè, Giovanni Allevi, Giorgia, Carmen Consoli, David Knopfler, Dulce Pontes, Solis String Quartet, Tommy Emanuele, Ron, Incognito, Trilok Gurtu, Cousteau, Ludovico Einaudi, Sarah Jane Morris e Yellow Jackets. Nick ha pubblicato più di 20 compilation e 3 Album solista con la sua Big Band "Nick The Nightfly Orchestra" uno con il suo The Nightfly Jazz 5tet .Il suo nuovo CD "BeYourself" e prevista in uscita autunno inverno 2018 con la Sony Music.

Nick si è esibito in concerto in tutt’ Italia con la sua "The Nightfly Orchestra" e in tante occasioni con degli ospiti speciali come l’amica Sarah Jane Morris e Dominic Miller (chitarrista di Sting).

Con l’orchestra sinfonica del teatro del Massimo di Palermo, con la sinfonica del Teatro Poletiama e con la Sinfonica della provincia di Bari al Teatro Pettruzelli . Con il suo 5tet ha patecipato ai piu’ importane Festivals in Italia da Umbria Jazz a Bolzano Jazz Festival al Blue Note Milano.

Dal 2003 Nick è il direttore artistico del Blue Note Milano, tempio milanese del jazz, diventato negli ultimi anni un punto di riferimento della musica di qualità e dove si sono esibiti alcuni tra i musicisti più famosi del mondo come Chick Corea, McCoy Tyner, gli Incognito e grandi artisti italiani come Ornella Vanoni e Fabio Concato e Nina Zilli e Malika Ayane.
Facebook   Twitter

Perugia 13 luglio 2018 ore 21:00 Arena Santa Giuliana

Puoi acquistare questa tipologia di spettacolo al telefono con carta di credito chiamando Concerteria. Consegna a domicilio o ritiro presso il botteghino o uno dei nostri punti vendita